Sostienici
12 Gen 2023

Un pasto alla volta: il grazie del Punto d’Incontro

Il 14 febbraio si chiude la campagna di raccolta fondi “Un Pasto alla Volta” del Punto d’Incontro. L’invito è quello di donare, attraverso una piccola offerta, un pasto completo a qualcuno.  Ad un  mese dalla fine della campagna sulla pagina Facebook del Punto d’Incontro si traccia un primo bilancio: un grazie ai tanti cittadini che hanno risposto ma anche un’occasione per una riflessione sulle crescenti criticità della nostra società.

“Nessuno –  si legge nel post – al Punto d’Incontro è mai rimasto senza pranzo, sarebbe come venire meno ad un patto. Ci sono sempre più persone che si rivolgono alla mensa di via Travai: se nel 2021 la cucina ha distribuito 33.000 pasti, nell’anno che si è appena concluso i pasti serviti sono saliti a 46.000, +40%. I numeri di questi primi giorni di gennaio sembrano confermare questa tendenza.
Anche se gli ospiti aumentano noi non possiamo lasciare fuori nessuno. Per questo abbiamo deciso di lanciare la campagna *Un Pasto alla Volta* che si concluderà il 14 di febbraio.  La risposta è stata fortissima fin dai primi giorni, quando abbiamo cominciato a vedere i cittadini arrivare di persona, per portare le loro donazioni.
Il Punto d’Incontro non è solo una mensa, non è solo un laboratorio di falegnameria, è un pezzo della nostra città, un presidio in cui tante persone si riconoscono. Dalla metà di novembre ad oggi sono stati donati più di 75 mila euro. Una valanga di calore e di affetto per tutti gli operatori, i volontari, per tutti i nostri ospiti. Questa risposta unita ai tanti messaggi che continuano ad arrivare, ci dice che il nostro lavoro è importante, che il nostro è un osservatorio prezioso nel cuore della città e che c’è bisogno di tenere gli occhi aperti, ogni giorno, su quello che succede in strada.
Continueremo a farlo anche nel 2023, tenendo sempre le porte aperte a tutti.
Un passo alla volta. Un pasto alla volta.”