Sostienici
05 Gen 2023

L’addio a Ratzinger: Piazza San Pietro scandisce ‘Santo subito’

Secondo la Gendarmeria vaticana, al funerale del Papa emerito Benedetto XVI in piazza San Pietro hanno partecipato circa 50 mila fedeli. 3.700 i sacerdoti presenti, oltre ai cardinali e vescovi. Una piazza San Pietro gremita in ogni ordine di posti ha voluto portare l’ultimo saluto a Benedetto XVI.

Alle 8.50 in punto, come da cerimoniale, la bara di cipresso con le spoglie del Papa emerito è stata trasportata dalla basilica sul sagrato dai sediarii, i Gentiluomini di Sua Santità. Dalla piazza e dai cardinali, vescovi e sacerdoti presenti è partito subito un caloroso applauso, che si è ripetuto più volte, e in particolare quando mons. Georg Gänswein, segretario particolare del Papa emerito, ha adagiato e aperto il Vangelo sulla bara, deposta al centro del sagrato, e si è inginocchiato per baciarla. Poi la folla di fedeli ha cominciato a recitare il Rosario. Sullo sfondo, il suono delle campane a morto provenienti dalla basilica.

Alle esequie del Papa emerito Benedetto XVI hanno partecipato – per suo volere – soltanto due delegazioni ufficiali, quelle di Germania e Italia, rispettivamente suo paese natale e sua patria d’adozione, e al quale si sono unite molte altre delegazioni giunte a titolo personale da tutto il mondo. La delegazione italiana è guidata dal presidente Sergio Mattarella che siede accanto al Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni. Papa Francesco presiede il rito, tutto in latino, e pronuncia l’omelia, mentre il celebrante è il cardinale Giovanni Battista Re, decano del Collegio Cardinalizio. (QUI l’articolo con l’omelia di Papa Francesco)

“Santo subito!” è il grido salito dalla folla di fedeli presenti in piazza san Pietro quando la bara con le spoglie di Joseph Ratzinger lascia il sagrato della basilica per il rito della sepoltura nelle Grotte Vaticane. Si ripete, dunque, l’acclamazione spontanea che aveva salutato anche il feretro di Giovanni Paolo II. L’applauso dei fedeli è interminabile, accompagnato dal nome scandito a sillabe. Prima che il feretro rientrasse in basilica, il Papa, che lo aspettava in piedi, lo ha benedetto appoggiando le mani sulla bara e chinandosi il Papa. “Grazie, Benedetto!”, recita uno dei tanti striscioni, in tedesco.

Fonte: AgenSIR (Servizio Informazione Religiosa)