Sostienici
08 Dic 2022

Presentati in volo la 50esima Marcialonga e il Tour de Ski

Destinazione Dolomiti: le due grandi manifestazioni previste in gennaio nelle Valli di Fiemme e di Fassa sono state presentate alla stampa su un aereo SkyAlps  decolato dall’aeroporto di Bolzano.
Dal 6 all’8 gennaio il 17esimo Tour de Ski in Val di Fiemme riproporrà la sprint in classico, la mass start in classico e l’inimitabile “final climb”, mentre domenica 29 gennaio da Moena a Cavalese passando per Canazei andrà in scena la 50esima storica edizione della Marcialonga.

I due eventi sono particolarmente green. Sebbene l’aereo impiegato sia un velivolo ad alta efficienza energetica e con consumi ridotti del 40% rispetto alla media europea, Tour de Ski e Marcialonga per ‘compensare’ in primavera pianteranno 100 alberi, che da soli in un unico anno assorbiranno una quantità superiore di CO2 prodotta per il volo promozionale.

Al rientro c’è stata la giusta attenzione per la presentazione degli eventi, Marcialonga in particolare. La granfondo trentina, diventata ormai un’istituzione mondiale, raggiunge il traguardo delle 50 edizioni. La maratona di sci nordico di 72 km si svolgerà domenica 29 gennaio 2023 e sarà preceduta da diverse gare: la MiniMarcialonga, Marcialonga Young e la Maricalonga Stars, gara non competitiva a scopo benefico in collaborazione con la Lilt. Ci saranno inoltre la Marcialonga Story di 11 km per fondisti retrò con l’arrivo serale con le fiaccole a Predazzo e la Marcialonga 50×50 per 50 sciatori con sci e abbigliamenti risalenti a prima del 1971. Nel centro di Predazzo è previsto anche l’arrivo della Marcialonga light di 45 km. La granfondo verrà inaugurata giovedì, 26 gennaio in piazza Duomo a Trento con una spettacolare cerimonia di apertura.

Sono già 7.247 gli iscritti alla Marcialonga, provenienti da 34 nazioni, con i paesi scandinavi a registrare il tasso più alto di concorrenti stranieri. Saranno oltre 2.000 gli italiani a percorrere la pista che porta da Moena a Canazei e di ritorno a Predazzo per poi arrivare a Cavalese. Una delle novità della gara regina della 50esima edizione sarà l’introduzione del “Mur de la Stria”, una nuova salita lunga 583 metri con pendenza media del 9,9% con punte del 21% .

(ANSA)