Sostienici
28 Ott 2022

Ognissanti: vestiti da sposa diventano “abiti d’angelo”

A Riscone, in val Pusteria, un gruppo di signore realizza “abiti d’angelo”, ovvero vestitini, realizzati da vecchi abiti da sposa, per i bambini persi prima, durante o poco dopo il parto, i cosiddetti “bimbi stella”. Nei giorni vicini alla festività di Ognissanti in cui riaffiorano ricordi dolorosi legati alla scomparsa di persone care, l’associazione cattolica famiglie Alto Adige Kfs vuole dare in questo modo “un piccolo segnale di conforto”. Riunite intorno a Michaela Bacher, sarta molto attiva e impegnata di Chienes, alcune volontarie si sono date recentemente appuntamento per cucire gli “abiti d’angelo”: da abiti da sposa dismessi e donati all’associazione hanno realizzato vestitini con cui prendere “degno commiato da questi fanciulli saliti prematuramente in cielo”, come spiegano le promotrici dell’iniziativa. “L’idea è pensata per dare un piccolo sostegno alle famiglie colpite da questo dolore, probabilmente uno dei più forti che si conoscano, aiutandole a superare con coraggio questa difficile fase della vita”. Gli abitini cuciti dalle volontarie del Kfs saranno donati agli ospedali dell’Alto Adige che lo desiderino. Su richiesta è possibile inoltre organizzare in tutto l’Alto Adige altri corsi di cucito analoghi a quello di Riscone. La pagina web www.bimbistella.it, realizzata su iniziativa del Kfs, raccoglie informazioni e consulenza su questo delicato tema.

(ANSA).