Sostienici
14 Set 2022

Poplar Festival 2022 – Movimento Nuevo

Dal 15 al 18 settembre, nella cornice del Doss Trento, torna la sesta edizione di Poplar Festival, la rassegna che coinvolge oltre venti protagonisti della scena musicale italiana. Quattro giorni e quattro notti in cui la piazza di Piedicastello e tutta la città si riempiranno di vita e di musica ma anche di arte, cultura, workshop e comunità grazie agli appuntamenti pomeridiani di Poplar Cult! e di Poplar Village.

Il festival si aprirà giovedì 15 settembre con Tredici Pietro, dal gusto un po’ vintage, il sound old school mescolato all’ispirazione cantautorale, per passare poi al trip artistico dei Fuera, alle verità senza mezzi termini degli Psicologi, poi sul palco con loro Galea e il giovane rapper trentino Dasplan.

Nella serata di venerdì 16 settembre la psichedelia dei Post Nebbia si alternerà a due dei progetti più interessanti dell’ultimo decennio: La Femme che ha scelto Poplar come unica data del Nord Italia e i Nu Gea, reduci da un tour internazionale. Presenti anche i Bais, vero e proprio progetto immersivo e i vicentini Delicatoni col loro jazz.

Sabato 17 settembre sarà la volta di Massimo Pericolo la cui rabbia trova sfogo nei suoi versi sincerie di Tutti fenomeni tra spirito trap, citazioni bibliche, musica classica, sarcasmo e cinismo talvolta venati da uno spiazzante romanticismo. Assieme a loro anche l’anti-pop dei Thru Collected, il sound di Ele A e il giovanissimo Skiantantonio. Questa edizione inaugurerà anche il primo aftershow nella storia del festival col trentino Ceri, considerato uno fra i più promettenti produttori musicali sulla scena.

In chiusura, domenica 18 settembre, un nome su tutti: Pop X che non si esibiva a Trento dalla prima edizione di Poplar del 2017. Per la prima volta invece salirà sul palco del festival Cosmo, artista e creatore di sospensioni temporali e armonie catartiche. Presenti anche Arssalendo col suo sofisticato hyperpop e Whitemary dal magnetismo terapeutico e il giovanissimo Martenot.

Non solo musica, ma tornano anche le conferenze, i dibattiti e gli spettacoli di Poplar Cult! nel contesto dello storico quartiere di Piedicastello, che ospiterà la rassegna culturale per il secondo anno consecutivo. Quest’anno anche Poplar Cult cresce: quattro pomeriggi di conferenze, spettacoli, presentazioni delle uscite editoriali più interessanti dell’anno, incontri di approfondimento sui temi più variegati, guidati dal desiderio di approfondire e conoscere, senza toglierci un po’ di sano divertimento ed ironia. Tra i numerosi ospiti ancora da annunciare, la scrittrice romana Veronica Raimo per la presentazione del  romanzo Niente di vero, un’autobiografia potentissima e tagliente, vincitrice del Premio Strega Giovani 2022 e del Premio Viareggio per la narrativa. Anche @filosofia_coatta ci sorprenderà con la sua sagacia, raccontandoci la  storia della filosofia rivisitata in romanesco, con inneschi surreali ed esilaranti, tuttavia colta e in fondo rispettosa del senso profondo di tanti filosofi.

Come ogni anno non potrà mancare anche il Poplar Village, che ospiterà le associazioni e gli  enti del terzo settore radicati sul territorio della città di Trento, per proporre attività e per promuovere la dimensione associativa del territorio. Poplar continuerà così a mantenere fede al proprio obiettivo cardine: stimolare una cooperazione sinergica e fruttuosa tra comunità e cittadinanza trentina. Come ogni anno, le associazioni presenti non saranno solo le numerose associazioni universitarie ma anche  il Centro Servizi di Volontariato (CSV), Amnesty International, ADMO e molte altre: una rinnovata occasione per mostrare la forza e l’importanza strutturale delle attività associative presenti sul territorio.

Non mancheranno inoltre occasioni di confronto offerte da workshop e attività organizzate dalle associazioni presenti nel Villaggio.

Biglietti, abbonamenti e programma dettagliato sono disponibili su www.poplarfestival.it