Sostienici
03 Set 2022

“L’incanto dell’altopiano” e “Dove i tetti erano di paglia”: nelle Giudicarie due passeggiate culturali di fine estate

Sabato 17 e domenica 18 settembre la Soprintendenza per i beni culturali e l’Ecomuseo della Judicaria propongono due appuntamenti di fine estate insieme a esperti del patrimonio culturale e un accompagnatore di media montagna per conoscere un territorio sorprendente e affascinante. Guidati dall’Alfabeto dei sentieri silenziosi, recente pubblicazione dalla Provincia autonoma di Trento, ci si muoverà camminando senza fretta, per entrare in sintonia con il paesaggio e le molte bellezze delle valli Giudicarie.

Il primo appuntamento con Chiara Facchin ed Emanuela Rollandini, “L’incanto dell’altopiano”, è sabato 17 settembre alle 14.00 con partenza e arrivo alla Pieve di Santa Croce del Bleggio.
Storici sentieri, talvolta fiancheggiati da lastre in pietra, si inoltrano fra secolari alberi di noci, per congiungere l’antichissima pieve di Santa Croce con i borghi che costellano l’altopiano del Bleggio. Bivedo, Marcé, Cavrasto sono quelli che si incontrano lungo il cammino, dentro l’ampio paesaggio dei campi coltivati.

Secondo appuntamento, domenica 18 settembre alle 14.00 con ritrovo e arrivo alla Pieve di Tavodo, “Dove i tetti erano di paglia”, con Raffaella Colbacchini ed Emanuela Rollandini.

Inanellati lungo l’antica via di collegamento fra Trento e Madonna di Campiglio, Tavodo, Andogno e Dorsino conservano tratti della loro fisionomia originaria. Edifici rurali, un tempo coperti da tetti di paglia, architettura sacra e affreschi, orti e fontane si compenetrano ancora oggi in armonioso equilibrio, adagiati nel verde ai piedi delle montagne.

I percorsi sono agevoli, con qualche dislivello, ma senza particolari difficoltà, da affrontare con scarpe comode e abbigliamento adeguato. La lunghezza degli itinerari è di 7 km circa, intervallati da numerose soste, per parlare d’arte, di paesaggio e bellezze naturalistiche.

Le passeggiate prevedono un numero massimo di 25 partecipanti, con prenotazione obbligatoria al numero 379 2310599 o all’indirizzo di posta elettronica ecomuseojudicaria@dolomiti-garda.it

(Uff. Stampa PAT)