Sostienici
08 Ago 2022

Domenica 18 settembre quindicesima edizione della Giornata Nazionale SLA

AISLA celebra la Giornata Nazionale SLA, giunta alla sua XV edizione, domenica 18 settembre. In concomitanza con l’inizio della scuola, i banchetti pieni di palloncini e della Barbera d’Asti DOCG sono il tratto distintivo che l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica utilizza per sensibilizzare sulla malattia e per celebrare la Giornata Nazionale SLA con il tradizionale slogan “Un contributo versato con gusto”.

Nata nel 2007 per ricordare il primo sit-in dei malati SLA in Piazza Bocca della Verità a Roma, avvenuto il 18 settembre 2006, negli anni la Giornata è diventata un avvenimento educativo ed informativo. I riflettori dell’Opinione Pubblica si accendono per parlare di SLA, una malattia le cui cause sono ancora sconosciute e orfana di una terapia in grado di guarirla. In Italia si stimano circa 6.000 persone con Sclerosi Laterale Amiotrofica. Ogni anno, nel nostro Paese, la malattia colpisce circa 1.500 persone in una fascia d’età che, prevalentemente, è compresa tra i 50 e 70 anni. La sopravvivenza media in assenza di supporti vitali, seppur estremamente variabile, oscilla tra i 2 e i 5 anni.

Con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Giornata Nazionale è indubbiamente la più importante manifestazione sulla SLA del nostro Paese, l’unico momento in cui cittadini, volontari, pazienti, famigliari, Istituzioni, operatori sanitari e socio-sanitari si uniscono per promuovere la ricerca scientifica; il diritto di cura e percorsi diagnostici e terapeutici coerenti con la complessità della malattia. L’iniziativa, fortemente voluta e promossa da AISLA, coinvolge ogni anno oltre 300 volontari in ben 150 piazze di tutta Italia. A rendere possibile tutto questo sono gli storici partner piemontesi: Regione Piemonte, Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, Camera di commercio Alessandria-Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Unione Industriale della Provincia di Asti.

La Giornata Nazionale SLA è la testimonianza di come tanti piccoli e grandi gesti, insieme, siano in grado di fare la differenza. È questo il significato vero della solidarietà, valore sancito dalla Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo ed espressione dei suoi quattro pilastri che ne costituiscono il fondamento. Dignità, libertà, uguaglianza e fratellanza, per ricordare il nostro essere uomini capaci di costruire una società nella quale ciascuno si deve sentire protagonista. Per questo l’appello di AISLA a tutti è quello di avvicinarsi ai banchetti domenica 18 settembre, anche per conoscere di più la malattia e le attività messe in campo dall’Associazione. Un gesto concreto per essere solidali nei confronti di migliaia di famiglie che, ogni giorno, sfidando il limite della malattia, danno il loro contributo nel rendere concreti quei valori della Dichiarazione Universale che sono il patrimonio da custodire oggi e da riempire di nuovi significati per la società di domani.

(Uff. Stampa AISLA)