Sostienici
08 Ago 2022

Al via progetto di turismo accessibile ‘Trentino per tutti’

Un progetto per rendere accessibile il territorio trentino alle persone con disabilità fisica, sensoriale e intellettiva e per rendere la provincia di Trento una meta turistica inclusiva. Si tratta dell’iniziativa “Trentino per tutti”, presentata in conferenza stampa dal presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti e dagli assessori Stefania Segnana e Roberto Failoni, alla presenza della ministro per le disabilità, Erika Stefani. Approvato lo scorso mese dalla Giunta provinciale, il progetto è stato finanziato dal Governo, attraverso il Fondo per il turismo accessibile, con 1,2 milioni di euro, a cui si aggiungono 120.000 euro di finanziamento provinciale. Gli obiettivi del progetto, che coinvolge il v Servizio turismo e sport e l’unse disabilità e integrazione sociosanitaria della Provincia, Trentino School of management, Fondazione Franco demarchi e Trentino marketing, si propone di aumentare la consapevolezza degli operatori di settore, introdurre la certificazione “Open” per le strutture adatta ad ospiti con disabilità, creare un sistema informativo accessibile e organizzare vacanze accessibili pilota in montagna.

“Trentino per tutti” si articolerà in un bando rivolto a finanziare progetti per aumentare la qualità dei servizi, mentre in ambito sanitario si prevede di facilitare l’accesso alle prestazioni. Allo scopo, verrà introdotto un portale informativo unico, per gestori, operatori e utenti. “L’idea di creare il Fondo per il turismo accessibile è nato proprio vedendo come in Trentino siano già state elaborate questo tipo di strategie per la disabilità. Ho quindi pensato che il fondo che eravamo riusciti ad ottenere in sede con il decreto ristori dello scorso anno che potesse essere investito sul turismo accessibile”, ha detto Stefani, mentre Fugatti ha parlato di un’iniziativa che punta “a fare sistema, creare sinergie e nuove opportunità di crescita per il settore turistico, per un’offerta di eccellenza sul piano nazionale ed internazionale”. Il progetto avrà una durata di 18 mesi a partire dal prossimo 1/o ottobre, fino al 31 aprile 2024.

(ANSA).