Sostienici
07 Lug 2022

Concorso per Giovani Cantanti Lirici Zandonai

Presentato oggi, si terrà a Riva del Garda dal 9 al 13 luglio. Dal 15 al 31 luglio invece prende il via MusicaRivaFestival

Il mondo della lirica internazionale è atteso a Riva del Garda, per la XXVIII edizione del Concorso Internazionale per Giovani Cantanti Lirici Riccardo Zandonai, dal 9 al 13 luglio 2022, che passa poi il testimone alla XXXVIII edizione di MusicaRivaFestival, dal 15 al 31 luglio.
La presentazione ufficiale stamani presso il palazzo comunale di Riva del Garda.
300 gli iscritti al Concorso, provenienti da 28 Paesi, tra cui Mongolia, Australia, Canada, Corea, Giappone, Cina, Iran. Un record assoluto.

Il prestigioso Concorso offre ai cantanti la possibilità di esibirsi sui palchi più importanti della scena internazionale, grazie alla collaborazione tra MusicaRivaFestival ed alcuni celebri teatri. La partecipazione al Concorso rappresenta da anni una voce autorevole nei curricula degli artisti. Oltre 20 mila euro il montepremi in totale. Sabato16 luglio i vincitori avranno l’onore di esibirsi di fronte al pubblico di Riva del Garda accompagnati da ORV Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, diretta dal maestro Marco Boemi.

“L’emozione grande è nell’avere presenti a Riva del Garda 300 cantanti iscritti al Concorso Zandonai, in un momento durissimo per tutto il mondo. Quando me lo hanno detto pensavo di svenire. Pensavo, se arrivano quest’anno 50 persone siamo fortunati, invece 300, il massimo della felicità – sono state le parole emozionati di Mietta Sighele, direttore artistico di Concorso Zandonai e MusicaRivaFestival –. Ce l’abbiamo messa tutta, ma voglio ringraziare Provincia e i Comuni di Riva del Garda e Rovereto, non lo dimenticherò mai, tutti hanno dato l’anima per sostenere MusicaRivaFestival. Quello che ora posso dire è di sostenere i giovani, sosteneteli sempre. Apriremo a Malga Grassi con un’orchestra giovanile, accanto al soprano trentino Maria Pia Molinari, li ho sentiti e mi hanno emozionata, per il grande lavoro che hanno fatto. Ci sono tante opportunità per i giovani, sono il futuro. Da qui la decisione di aprire con i vincitori del Concorso Zandonai, sostenuti da una orchestra”.

(Ufficio Stampa PAT)