Sostienici
10 Giu 2022

Commemorato a Bolzano Giacomo Matteotti

Stamane il Sindaco Renzo Caramaschi, alla presenza degli assessori comunali Chiara Rabini e Juri Andriollo, rappresentanti Socialisti, dell’ANPI e di associazioni combattentistiche e d’arma, hanno ricordato la figura e l’opera di Giacomo Matteotti a Bolzano nella piazza a lui intitolata in occasione del 98° anniversario del suo assassinio. Giacomo Matteotti, antifascista italiano e segretario del Partito Socialista Unitario, fu rapito ad opera di una squadra fascista per volontà di Benito Mussolini, a causa delle sue denunce sui brogli elettorali attuati dalla nascente dittatura nelle elezioni del 6 aprile 1924 e delle sue indagini sulla corruzione del governo.

Matteotti, nel giorno del suo omicidio (10 giugno 1924) avrebbe dovuto presentare un nuovo discorso alla Camera dei Deputati – dopo quello sui brogli del 30 maggio – in cui avrebbe rivelato le sue scoperte riguardanti lo scandalo finanziario con coinvolgimento anche di Arnaldo Mussolini, fratello del duce. La cerimonia ufficiale in ricordo del politico socialista ha visto dapprima la posa di un mazzo di fiori sul busto a lui dedicato nella piazza che ne porta il nome, quindi gli interventi ufficiali con il Sindaco in particolare che ha tracciato e sottolineato l’alto profilo politico ed umano di Matteotti nonchè l’attualità del suo messaggio e della sua opera.

(ANSA).